Ceramica calitrana

Oltre 1000 anni di tradizione ceramica

Calitri, centro irpino al limite della Campania con la Basilicata e la Puglia. Calitri si erge sulla sommità di un monte che domina l'alta valle dell'Ofanto.

Le case edificate tutte in prospettiva, cioè le finestre sono tutte ad una parte tanto che dalla via che viene dalle Puglie appare una bellissima prospettiva ad uso teatro, a segno che l'illustrissimo Principe Carlo Gesualdo, "quando voleva far vedere ai suoi hospiti cavalieri una bella vista, faceva di notte tempo mettere un lume a dette finestre, che dimostravano un grandissimo splendore et ordinata vista".

calitri

Il centro storico, caratterizzato da belvedere, stradine ripide e piccoli spazi per la vita di relazione; ricco di angoli suggestivi, con le case munite di ballatoi e scale esterne, ha un fascino particolare che sa di bellezza agreste e di autentica civiltà contadina.

Epoca Romana
Calitri, in epoca romana Aletrium, poi Caletrum, fino a Calitri.

Medioevo
Nel periodo medioevale è un centro sottoposto alla dominazione longobarda prima e normanna e sveva, poi.

Durante la dominazione normanna il feudo di Calitri venne affidato ai Balvano, mentre sotto Federico II di Svevia, passò al demanio regio. Dal 1300 al 1600, Calitri fu Gesualdo. 

gesualdo

Dopo i Gesualdo i Ludovisi e, nel 1676, alla famiglia Mirelli.

La prima metà del XIX sec. ha visto Calitri coinvolta nei fatti che vanno dalle guerre d'indipendenza fino all'unità d'Italia. Fin dai tempi antichi Calitri ha costituito un polo di attrazione per numerosi comuni al di qua e al di là del fiume Ofanto.

Oggi
Calitri rappresenta il baricentro economicoculturale di un vasto comprensorio che comprende l'Alta Irpinia ed una notevole fascia della provincia di Potenza. Calitri vanta nella produzione della ceramica un tradizione antichissima.

museo ceramica calitri

A testimonianza di questa antica arte della ceramica, in particolare della maiolica, nel cuore del Borgo Castello sorge il Museo della Ceramica, luogo e manifesto al tempo stesso della memoria del tempo.

Una mostra che evidenzia, attraverso la varietà di reperti ceramici, la civiltà di Calitri dalla preistoria al medioevo, dal rinascimento all'ottocento, fino alle ceramiche contemporanee. Calitri, ricca di abbondanti giacimenti argillosi, ebbe fin dai tempi più remoti un ceto abbastanza numeroso, specializzato nell'arte della ceramica.